Nonostante alcuni uomini si vestano male in genere è tollerabile farci l’amore, li spogli in fretta e ti togli gli abbinamenti improbabili da davanti. Ma esiste una categoria di abbigliamenti e accessori specifici che urtano i sentimenti, spengono la voglia e azzerano la libido: sono i vestiti ammazza sesso. E non ce n’è: con addosso quelli non basta neanche un miracolo, l’unica cosa che mi si bagna è la fronte, ma di sudore freddo.

Ecco la lista dei 10 Must not have! Maschili.

La tutina da ciclista: sta da schifo a tutti. Potete anche essere Dio in palmerina o Cipollini in stato di grazia, ma non c’è niente da fare: fa schifo su tutti. Non vi si può leggere “Gorgolio impianti” sul culo, anche se ce l’avete di marmo. O pensare che il vostro petto risulti sexy una volta aperta la zip su “Ferramenta Rossi”. E vedervi dondolare chiappe all’aria su quel sellino smilzo non è sexy, è ridicolo. Mettiamoci anche gli occhialini fluo aerodinamici e i tacchetti con cui camminate a mo’ di papere e il danno è fatto. I tacchi lasciateli a noi. E la crema depilatoria pure. Adesso correte a farvi una doccia, vah.

L’impermeabile: è un capo difficile da portare. Se non vi sta davvero bene rischiate di essere qualcosa a metà tra un maniaco e il Dottor Gadget. Sceglietelo con cura prima che una si domandi “oddio, e adesso cosa tirerà fuori dalla tasca?!”

I mocassini con la calza di spugna. Non ridete. C’è qualcuno che lo fa. E io posso testimoniarlo.

La mutanda lassa. Sarà comoda, sarà la vostra preferita, sarà tutto quello che volete e va bene che la mettete solo a casa, ma l’intimità ha le sue regole. Io non metto i pigiami di flanella, voi mettete via quelle.

La maglia della salute a costine. La canottiera tiene anche caldo sotto la camicia, ma lasciatevelo dire: la salute la togliete a noi, il caldo anche. È brutta, anche se sotto avete chili di bicipiti.

I ciclisti bianchi – non metteteli per nessuna ragione al mondo. Anche se siete in palestra. Anche se li ritenete comodi. Anche se avete il fisico. C’è solo un uomo che si è potuto permettere i ciclisti bianchi, e quell’uomo si chiamava Axl Rose. Avete i capelli rossi e avete riempito gli stadi cantando “Paradise City”? No? Ecco.

Il cavallo dei pantaloni troppo stretto. Non fa figo. Fa difetto. E vi costringe- scusate la schiettezza- a tenere una palla a destra e l’altra a sinistra. Decisamente no.

I completi dai colori improbabili. Rosso solo se siete James Brown, dai colori improbabili e dalle fantasie strane solo se siete Enzo Miccio, con gli strass solo se siete una rock star come Bruno Mars. Altrimenti rimetteteli nell’armadio e infilate un intramontabile paio di jeans.

La camicia di seta con stampe fantasia. A me la fantasia la toglie, ma del tutto proprio.

Il perizoma. Per me è no. Anche se fate gli spogliarellisti. No.

Signore, ammettiamolo: talvolta abbiamo chiuso gli occhi davanti all’abbigliamento sbagliato. Ma se è proprio brutto e state per farci del sesso che fate? Glielo dite? O bypassate sperando che sotto a quei brutti vestiti ci sia di meglio da guardare?

Valentina Maran